GIORGIO BRONZ

Studi

Il Dr. Bronz svolge i suoi studi di medicina all’Università di Zurigo, dove nel 1973 supera con successo l’Esame di Stato Svizzero. Nello stesso anno consegue il diploma americano ECFMG (Educational Commission for Foreign Medical Graduates). Ottenuto il titolo FMH (Federatio Medicorum Helveticorum – Federazione Medici Svizzeri) in chirurgia generale, amplia le sue competenze specializzandosi in chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica ed ottenendo, nel 1983, il diploma FMH.
Tutt’oggi, la formazione del Dr. Bronz garantisce le massime competenze grazie al costante aggiornamento professionale.

Esperienze Professionali

Il Dr. Bronz si è costruito una solida esperienza in ospedali e cliniche di prestigio, formandosi accanto ai più autorevoli specialisti. Chirurgo generico all’Universitätsspital e al Kinderspital di Zurigo, capo-clinica al Kantonsspital di Frauenfeld e al Kreuzspital di Coira, formato in chirurgia plastica-ricostruttiva ed in chirurgia maxillo-facciale all’Inselspital di Berna con il Professor Tschopp, specializzato in chirurgia estetica nella Bellevue-Klinik di Zurigo, sotto la direzione della Dottoressa Vogt: il Dr. Bronz ha negli anni accumulato un bagaglio professionale di indiscusso valore internazionale. Un bagaglio ancor più arricchito da esperienze lavorative importanti in America: Atlanta (Prof. J.R. Lewis), Miami (Prof. H.L. Gordon e Prof. T.J. Baker), Guadalajara (Prof. J. Guerrerosantos), Buenos Aires (Prof. J. Juri) e Rio de Janeiro (Prof. I. Pitanguy). Nel 1984 apre a Lugano la sua clinica diurna privata di chirurgia plastica-estetica.

Consulenze

Oltre a condurre con successo la sua clinica privata di chirurgia plastica-estetica e ricostruttiva, il Dr. Bronz opera nella clinica privata Sant’Anna a Sorengo e presso la clinica Santa Chiara a Locarno. Inoltre è stato pure consulente di chirurgia plastica all’Ospedale San Giovanni di Bellinzona e al Centro Cantonale di Senologia, di cui è stato socio fondatore con il fratello Lucio Bronz allora primario di Ginecologia e Ostetricia all’ospedale San Giovanni di Bellinzona.

Formazione e ricerca

Il Dr. Bronz conta anche numerose esperienze in ambito formativo. Nel 1999 l’ISAPS (International Society of Aesthetic Plastic Surgery) gli ha conferito il titolo di Professore per l’insegnamento post-universitario di chirurgia plastica-estetica. Dal 2000 inoltre è professore alla Lipoplasty University negli Stati Uniti. Anche la ricerca è un ambito nel quale il Dr. Bronz, grazie alla sua esperienza, ha potuto distinguersi: nel corso degli anni ha infatti pubblicato più di 40 lavori scientifici.
Nel 2014 è stato nominato primo Presidente della neo costituita Società Ticinese di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica di cui è socio fondatore.

ASSOCIAZIONI

SGPRAC/SSCPRE

Società svizzera di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica

Sito

ISAPS

International Society of Aesthetic Plastic Surgery

Sito

ASAPS

American Society for Aesthetic Plastic Surgery

Sito

IPRAS/IPRAF

International Confederation of Plastic Reconstructive and Aesthetic Surgery

Sito

SGMK

Schweizerische Gesellschaft für medizinische Kosmetik

Sito

SGAC/SSCE

La Società Svizzera di Chirurgia Estetica

Sito
Pubblicazioni

Il Dr. Bronz, grazie alle competenze di alto livello e alla comprovata esperienza nel settore, svolge un ruolo di primo piano nella ricerca e nello sviluppo scientifico nel campo della chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica internazionale con svariate pubblicazioni di prestigio.

Elenco delle pubblicazioni

  1. Adipose Stem Cells and Regenerative Medicine
    Capitolo 8, Storage of Adipose Stem Cells, Bronz G., Soldati G.
    Springer Verlag, agosto 2011
  2. Silicone implants – Aesthetic Breast Surgery
    In: Louis P. Bucky MD, FACS e Antonio Aldo Mottura
    Redazione di un capitolo all’interno del  manuale “Aesthetic Breast Surgery”.
    Pubblicato da Saunders Elsevier, maggio 2009. Edito da Mark A. Codner
  3. Long-Term Safety and Effectiveness of Style 410 Highly Cohesive Silicone Brest Implants
    P. Hedén, G. Bronz, JJ Elberg, R. Deraemaecker, DK Murphy, A. Slicton, RJ Brenner, C. Svarvar, J Van Tetering, LP Van der Weij
    Aesth. Plast. Surg. (2009)
    Pubblicato online il 13 maggio 2009.www.springerlink.com/content/p56gt25m8344773g/fulltext.pdf
  4. Mammareconstruction with Skin-Expander and Silicon Protheses: 15 Years’ Experience.
    Bronz G., Bronz L., Aesth. Plast. Surg. 26,
    215-218 (2002)
  5. Strategie in chirurgia plastica
    Bronz G., Tribuna Medica Ticinese, 67;
    279-286 (2002)
  6. A Comparison of Naturally Shaped and Round Implants
    Bronz G., Aesth. Surg. Journal 22,
    238-246 (2002)
  7. Clinical Uses of CO2 Laser in Plastic Surgery.
    Bronz G., Aesth. Plast. Surg. 23,
    313-325 (2001)
  8. How Reliable Are Textured Implants Used in Breast Surgery? A review of 510 implants.
    Bronz G., Aesth. Plast. Surg. 23,
    424-427 (1999)
  9. The Role of the Computer Imaging System in Modern Aesthetic Plastic Surgery.
    Bronz G., Aesth. Plast. Surg. 23,
    159-163 (1999)
  10. La chirurgia plastica al servizio della senologia.
    Bronz G., Tribuna Medica Ticinese, 61;
    593-599 (1996)
  11. Predictability of the Computer Imaging System in Modern Aesthetic Plastic Surgery.
    Bronz G., Aesth. Plast. Surg. 18;
    175-181 (1994)
  12. Programmazione della rinoplastica primaria con sistemi di immagini computerizzate.
    Bronz G., Riv. Ital. Chir. Plastica 26;
    95-100 (1994) suppl. 1
  13. Das exulzerierte Mammakarzinom der jungen Patientin: ein Fallbericht.
    Bronz G., Bronz L., Goldhirsch A., Thum P.
    Helv.Chir.Acta 59; 279-282, (1992)
  14. Einfluss der primären chirurgischen Behandlung auf die Mammarekonstruktion.
    Bronz G., Bronz L.; Helv.Chir.Acta 59;
    283-290, (1992)
  15. Lipoplasty of Abdomen and Lateral Thighs.
    Bronz G., Amn. Plast. Surg. Vol. 26;
    389-402, (1991)
  16. Chirurgia plastica e obesità.
    Bronz G., Tribuna Medica Ticinese, 56;
    1-6, (1991)
  17. Deformazioni posttraumatiche della coscia: una possibilità semplice
    di trattamento.
    Bronz G., Tribuna Medica Ticinese, 56;
    243-245, (1991)
  18. L’apporto della chirurgia plastica in età avanzata. In “La nuova prevenzione attiva antisenile”.
    Cortina international – Verona (1984)
  19. Funktionsstabile Versorgung der Gesichtsschädelfrakturen.
    Helv.Chir.Acta (1984)
  20. Die funktionsstabile Versorgung der Unterkieferfraktur: Indikation, Zugang, Osteosynthesemittel, Komplikationen.
    Schweiz. Mschr. Zahnheilkunde (1983)
  21. Die iatrogene Läsion des N.lingualis als Komplikation bei der operativen Weisheitszahnentfernung.
    Schweiz. Mschr. Zahnheilkunde (1982)
  22. Le fratture della mandibola. Analisi di 127 casi.
    Tribuna Medica Ticinese (1983)
  23. Gesichtsschädelfrakturen beim Skiunfall: häufig bagatellisierte und verkannte Verletzungen.
    ZFA (1983)
  24. Die stabile Clavicula-Osteosynthese.
    Unfallheilkunde (1981)
  25. Trichterbrustkorrektur.
    Schweiz. Rundschau für Med. Praxis (1980)
  26. Die Dignität des kalten Schilddrüsenknotens.
    Helv. Chir. Acta (1981)
  27. Un caso raro di lipoma polmonare.
    Il policlinico (1981)
  28. Die Abrissfraktur der Eminentia intercondylica.
    Zeitschrift für Unfallmedizin und Berufskrankheiten (1980)
  29. Rekonstruktive Venenchirurgie in der Leistengegend.
    In: Brunner U. (Hsg): Die Leiste
    Verlag Hans Huber, Bern-Stuttgart-Wien (1979)
  30. Das kleinzellige Bronchuskarzinom: Chirurgie ja oder nein?
    Helv.Chir.Acta (1980)
  31. Resultate nach erweiterten Lungeneingriffen wegen Bronchuskarzinoms.
    Helv.Chir.Acta (1980)
  32. Die Therapie des Pleuraempyems nach Pneumonektomie durch Thorax-fensterung bzw. kontinuierliche Spülung.
    Helv.Chir.Acta (1979)
  33. Das Bronchiolalveolarzellkarzinom.
    Helv.Chir.Acta (1979)
  34. Trattamento conservativo-funzionale delle fratture della diafisi tibiale con il gesso di Sarmiento.
    Rivista medica della Svizzera Italiana (1979)
  35. Hämoptoe.
    Helv.Chir.Acta (1979)
  36. Primäre und sekundäre Unterschenkelbruchbehandlung mit Sarmiento-Gips.
    Schweiz. Rundschau für Med. Praxis (1978)
  37. Die Behandlung der Skifrakturen in Airolo gestern und heute: Aspekte aus einer Landpraxis.
    Schweiz. Rundschau für Med. Praxis (1978)
  38. Unterschenkeltrümmerfrakturen nach Skiunfall.
    Deutsche Zeitschrift für Sportmedizin (1978)
  39. Die Skiakrobatik: eine erweiterte Verletzungsart unter den Winterdisziplinen.
    Deutsche Zeitschrift für Sportmedizin (1978)
  40. Unsere Erfahrung in der Behandlung von Unterschenkelstückfrakturen.
    Zeitschrift für Unfallmedizin und Berufskrankheiten (1978)
  41. Der chronische Popliteaverschluss.
    In: Denck, H. und G.W. Hagmüller (Hsg): Das Therapiekonzept beim chronischen
    femoralpoplitealen Arterienverschluss.
    Verlag H. Egermann (1977)
  42. Resultate der geschlossenen Marknagelung von Unterschenkelstückfrakturen.
    Chir.Helv.Acta (1978)
  43. Zur Rekonstruktion von Venenverletzungen unter dem Leistenband.
    Chir.Helv.Acta (1978)
  44. Chirurgische Aspekte des elektiven arteriosklerotischen Verschlusses der A.fem.com.
    In: Brunner, U. (Hsg): Die Leistengegend
    Verlag Hans Huber, Bern-Stuttgart-Wien (1979)
  45. Erfahrung mit Dopamin beim Schwerverletzten.
    In: Hossli, G. (Hsg): Dopamin
    Thieme Verlag Stuttgart (1977)
Seminari

ll Dr. Bronz vanta numerose partecipazioni, in qualità di relatore o di insegnante,  a diversi dei più rilevanti ed autorevoli seminari e congressi del settore medico.

Elenco delle partecipazioni

Presentazioni come relatore o istruttore ai congressi e corsi internazionali per la chirurgia estetica del seno con impianti:

  1. Nairobi, Kenya, 2010
  2. Berlino, Germania, 2010
  3. Rodi, Grecia, 2009
  4. Lugano, Svizzera, 2009
  5. Melbourne, Australia, 2008
  6. Berlino, Germania, 2007
  7. Cape Town, 2006
  8. Buenos Aires, Argentina, 2006
  9. Rio de Janeiro, Brasile, 2006
  10. Guadalajara, Messico, 2005
  11. Rio de Janeiro, Brasile, 2005
  12. Val Gardena, Italia, 2005
  13. Whistler, Canada, 2004
  14. Rapallo, Italia, 2005
  15. Houston, USA, 2004
  16. Deauville, France, 2004
  17. Berna, Svizzera, 2004
  18. Berlino, Germania, 2004
  19. Lugano, Svizzera, 2003
  20. Serfaus, Austria, 2003
  21. Mexico City, Messico, 2003
  22. Istambul, Turchia, 2002
  23. Mont Tremblant, Canada, 2001
  24. Bruxelles, Belgio, 2001
  25. New York, USA, 2001
  26. Beirut, Lebanon, 2001
  27. Rio de Janeiro, Brasile, 2001
  28. Tokyo, Giappone, 2000
  29. Montreal, Canada, 2000
  30. Napa Valley, USA, 1999
  31. San Franciso, USA, 1999
  32. Victoria Falls, Zimbawe, 1999
  33. Ankara, Turchia, 1999
  34. Atene, Grecia, 1998
  35. Parigi, Francia, 1997
  36. Antalja, Turchia, 1995

Altre partecipazioni e seminari:

  1. Resultate der Küntscher-Marknagelung bei Unterschenkelfrakturen der Skifahrer.
    Dissertation
    Juris Druck & Verlag, Zürich (1977)
  2. Résultats de l’enclouage centro-médullaire dans les fractures de ski.
    Kongressband S.I.T.S.E.M.S.H. (1974)
  3. Seno Forum di Lugano, Svizzera.
    Relazione sull’evoluzione della chirurgia plastica del seno negli ultimi vent’anni (aumento, riduzione e ricostruzione del seno) (30 – 31 marzo 2009)

Passioni di vita: ARTE

Passioni di vita: AUTO

Passioni di vita: GUSTO ESTETICO

Circondarsi di bellezza, vivere nell’armonia degli elementi è per il Dr. Bronz un ideale di vita che da sempre, fin da bambino, lo ha accompagnato. Una bellezza che si articola in diverse forme, dalle più essenziali e semplici fino a quelle più ricercate.

Dall’arte alla gastronomia, dalla natura alle auto, passando ovviamente per il suo lavoro: ogni sua passione è per lui momento per ritrovare le sue convinzioni, la sua filosofia, le sue origini.

Il Dr. Bronz è un uomo che coltiva molti interessi, che vive molte passioni. Un uomo convinto dei suoi ideali, un uomo che ama il bello, non solo nel lavoro ma anche, appunto, nei suoi hobby. “Ovviamente amo l’arte della chirurgia estetica perché credo che nella ricerca dell’armonia dei lineamenti e dei tratti si ritrovi una componente artistica. Naturalmente amo però anche la pittura, la scultura, l’architettura. Spesso un quadro, una scultura, non segue tutti i criteri estetici ma mi colpisce per i suoi particolari. Un esempio è l’artista Arman: tra le sue opere la serie in cui rappresenta gli strumenti di lavoro. In questi lavori mi identifico perché ritrovo delle affinità con la mia professione: la parte artistica ma anche gli strumenti, elementi essenziali per lavorare. Ecco, non ho delle preferenze per un artista o l’altro ma scelgo un’opera perché in questa mi riconosco, perché questa rappresenta una fase della mia vita e per questo mi piace. Amo anche l’arte della cucina, la gastronomia: inizio a godermi un pasto già con gli occhi, nell’arredamento della sala, nella decorazione del tavolo, nella disposizione sul piatto. Tutti i dettagli concorrono a creare l’esperienza dell’assaggiare una pietanza”.

E questa filosofia è in ogni altra sfaccettatura del Dr. Bronz, sempre coerente con il suo credo, sempre alla ricerca di elementi che lo rappresentano. Come le auto. “Adoro le Lotus. Perché simboleggiano a pieno i miei ideali. Safe and easy (sicuro e semplice) era il motto del creatore di questa casa automobilistica, Colin Chapman, ed infatti l’auto ha delle parti meccaniche semplici, un motore piccolo, esternamente ha la massima armonia delle forme ed è leggerissima”.

Il desiderio di diventare medico nasce in gioventù: “già a 5 anni volevo fare il chirurgo. Mio padre era dottore e quindi mi ha trasmesso le stesse passioni e mi ha insegnato ad amare questo mestiere. Passavamo insieme interi weekend nel suo studio e questo sicuramente ha influenzato la mia evoluzione professionale”.
Insieme al padre però il Dr. Bronz ha condiviso anche un’altra passione, quella per la natura: “insieme ci immergevamo nel paesaggio, nel suo fascino che è ovunque. Ancora oggi questa è una delle cose che apprezzo di più: passare una giornata in montagna, solo, nella natura, tornare ai sapori primordiali, con il tempo per riflettere e ritrovare me stesso”.

Particolare è anche l’origine del logo della sua clinica, che ancora una volta si riallaccia al filo conduttore che da sempre lo accompagna. “L’ho creato io, perché volevo che fosse unico, che mi appartenesse davvero. Rappresenta una testa con tre occhi e due nasi. Se si osserva con attenzione il naso destro è più fine di quello sinistro. E’ una situazione ovviamente surreale ma ho voluto avere in una stessa immagine il prima e il dopo di un mio ipotetico intervento. La mano poi è essenziale perché elemento fondamentale nel mio mestiere. L’unione delle due parti, infine, sottolinea il fatto che la mano deve sempre e comunque essere condotta dalla testa. Insomma il logo è davvero la sintesi del mio lavoro e allo stesso tempo dei miei principi, delle mie convinzioni e della mia personalità”.

Coinvolto, coerente, deciso, appassionato, originale: il Dr. Bronz è un uomo che davvero crede nei suoi ideali, che li mette in pratica, che li ricerca e li costruisce. “Semplicità, chiarezza e armonia” nelle passioni, nella quotidianità, nella vita.

N
E
W
S