Nel Canton Ticino siamo passati, in 10 anni, da una dozzina di chirurghi plastici, ricostruttivi e estetici, a oltre 40. Un numero enorme per una popolazione di appena 350 mila abitanti. Ma la Svizzera è un facile territorio di conquista soprattutto per chi viene dall’estero. Il riconoscimento dei titoli e la facilità con cui si può ottenere il diritto di esercitare ha portato sul nostro territorio una miriade di specialisti o presunti tali alla ricerca di una clientela interessante soprattutto da un punto di vista economico. Tuttavia, più aumenta l’offerta, più aumentano gli “incidenti”. A pagare, alla fine, sono prima di tutto i pazienti che si sono fatti tentare, nel nome del mito della “bellezza ad ogni costo”. Ma la fattura la pagano tutti: in caso di complicanze gravi, benché si tratti di medicina privata, le casse malati coprono gli interventi correttivi. Sono svariati milioni – nessuno sa esattamente quanti – che ogni anno vanno a pesare su premi sempre più onerosi.

Guarda il video della trasmissione

N
E
W
S